Eventi

Seminare dubbi, non raccogliere certezze

1 marzo 2024, 16:30 @Biblioteca dell’Archiginnasio | Sala dello Stabat Mater, piazza Galvani 1, Bologna

Presentazione del libro di di Francesco Domenico Capizzi (CLUEB, 2023)

copertina di Seminare dubbi, non raccogliere certezze

Discutono con l’autore, Vincenzo Balzani, chimico, Università di Bologna, Elda Guerra, storica, Centro Documentazione Donne, Maria Paola Landini, microbiologa, Università di Bologna, Paolo Pombeni, politologo, Università di Bologna, Valeria Tonini, chirurga, Università di Bologna, Stefano Zamagni, economista, Università di Bologna

La Medicina è soggetta a interpretazioni che esulano dalla vita reale e dai bisogni essenziali dell’uomo, dando origine ad alienazioni dalla realtà. È quanto accade nella trasmissione accademica e nell’applicazione dell’apparato dottrinario medico, orientato a diagnosticare e curare malattie che trovano origine nelle medesime variegate pieghe della Società.
Le ragioni di tanta indeterminazione, oscillante nei vari periodi storici ed epidemiologici, risiedono nella collocazione culturale asimmetrica dei ceti dirigenti, politici e professionali sempre più orientati verso ruoli tecno-autocratici, in particolare verso un pragmatismo economico-finanziario poliedrico, immobile nel tempo e nello spazio, incapace di affrontare e modificare le molteplici contraddizioni in cui si dibatte la vita quotidiana nelle sue forme organizzative e le sue proiezioni future.
In forza del corpus medicus, depositario di millenari codici ed esperienze, la Medicina può contribuire a colmare la divaricazione fra progresso e sviluppo e, promuovendo l’unitarietà culturale umanistica e scientifico-tecnologica, giungere a concepire tutti i poteri istituzionali come luoghi di sommatoria e recezione di bisogni, diritti e doveri fondanti il bene comune di ogni Stato liberal-democratico